Diagnosi differenziale di adenoma cancro alla prostata

Risonanza Multiparametrica per la Diagnosi Precoce del Tumore alla Prostata

Se la prostata è rinforzato flusso sanguigno

La storia raccolta con cura aiuta a stabilire alcune caratteristiche della malattia. I sintomi del cancro alla prostata, in particolare la disuria, si sviluppano rapidamente. A volte la condizione generale peggiora gradualmente, il paziente lamenta debolezza, perdita di peso.

L'aspetto del paziente viene modificato solo quando il processo tumorale è andato lontano. L'esaurimento e il forte pallore della pelle sono raramente osservati. All'esame, si dovrebbe prestare attenzione allo stato dei linfonodi, del fegato, dei reni, della vescica e determinare la quantità di urina residua. Se si sospetta un cancro alla prostata, prima di tutto è consuetudine condurre tre studi necessari:.

Esame delle dita della prostata. Determinazione del livello di antigene prostatico specifico PSA. Esame ecografico ecografia della prostata, quando indicato, contemporaneamente alla biopsia. Esame rettale digitale Un esame rettale digitale è il metodo più semplice, economico e sicuro per diagnosticare il cancro alla prostata. Tuttavia, i risultati dello studio sono in gran parte determinati dalla dimensione del tumore e dalla sua localizzazione.

La palpazione della ghiandola viene effettuata nella posizione del ginocchio-gomito del paziente o quando si trova sul lato destro.

La consistenza densa o legnosa della parte della ghiandola diagnosi differenziale di adenoma cancro alla prostata. I risultati della palpazione sono certamente molto difficili da differenziare dalle malattie elencate, ma sono buoni motivi per un ulteriore esame del paziente. In media, solo un terzo dei casi di nodi palpabili della ghiandola prostatica in seguito verifica istologicamente il cancro alla prostata.

Poiché l'antigene prostatico specifico è di grande importanza non solo per la diagnosi, ma anche per il trattamento e la prognosi del cancro alla prostata, ci soffermeremo su questo marcatore in modo più dettagliato.

L'uso del livello proposto riduce il numero di definizioni di falsi positivi per l'iperplasia prostatica. I livelli sierici di PSA possono essere elevati per diagnosi differenziale di adenoma cancro alla prostata seguenti motivi: - cancro alla prostata - iperplasia prostatica benigna - la presenza di infiammazione o infezione nella prostata, - ischemia o infarto prostatico, - eiaculazione alla vigilia dello studio. Il significato diagnostico di quasi tutti i marcatori tumorali è limitato a causa dei valori falsi positivi osservati in alcune patologie non cancerose.

Ci sono lunghi dibattiti sul fatto che l'esame della palpazione della ghiandola prostatica influenzi il livello di PSA nel siero.

Alcuni autori Brawer et al. D'altra parte, indubbiamente, i metodi invasivi biopsia transuretrale o resezione transuretrale della prostata portano ad un aumento significativo del livello sierico di PSA. Stamey ed altri in uno studio dettagliato dimostrarono che durante il massaggio prostatico, la concentrazione di PSA nel siero del sangue dopo 5 minuti aumentava di 1, volte ed era la più alta nei pazienti con segni clinici di ipertrofia.

Le iperplasie benigne possono produrre un'alta frequenza di risultati falsi-positivi, e l'espressione dell'antigene dipende dalla dimensione della ghiandola Eicoreetal. Armitage et al.

Altri autori sostengono che alti valori di PSA nei tumori benigni della prostata non sono rari. Tuttavia, il più grande valore di determinare il PSA diagnosi differenziale di adenoma cancro alla prostata certamente per la diagnosi di cancro alla prostata. Va notato che dei tre studi principali: determinazione del PSA, esame rettale e ecografia della ghiandola prostatica - la definizione di un antigene prostatico specifico ha il minor numero di risultati falsi-negativi e la massima specificità.

La sensibilità del metodo è insufficiente per determinare il cancro alla prostata latente, focale e altamente differenziato. Confrontando i livelli preoperatori di PSA con i risultati ottenuti dopo la prostatectomia, molti autori hanno notato un'alta sensibilità e una chiara correlazione con lo stadio della malattia. Quindi da una serie di lavori Stamey et al. Pertanto, ad alti numeri di PSA, deve essere eseguita una biopsia della ghiandola prostatica. Ricerca Rana et al.

Secondo Myrtle et al. Oltre alla diagnosi primaria del carcinoma della prostata, il PSA è ampiamente usato nei seguenti casi:. Dopo una prostatectomia radicale, dopo alcune settimane, il Diagnosi differenziale di adenoma cancro alla prostata non è più determinato.

Studi di follow-up regolari ogni 3 mesi consentono di rilevare tempestivamente la ricorrenza della malattia in caso di aumento del PSA. Se i diagnosi differenziale di adenoma cancro alla prostata PSA sono normali e non ci sono sintomi clinici della malattia, allora sono esclusi altri studi.

Nei pazienti sottoposti a radioterapia, c'è una significativa riduzione dei livelli sierici di PSA, che indica un trattamento efficace. Allo stesso tempo, un aumento del PSA indica una bassa sensibilità del tumore al trattamento o una ricaduta della malattia.

Va notato che una diminuzione del PSA in numeri normali è correlata al livello di antigene prima del trattamento. La maggior parte dei pazienti con un declino costante del PSA è rimasta in remissione per i successivi anni.

È consigliabile determinare il PSA in pazienti che ricevono terapia con antiandrogeni. L'aumento dei livelli di PSA indica la progressione della malattia e la necessità di modificare la natura del trattamento. Nel trattamento antiandrogenico, i livelli sierici di PSA sono un indicatore accurato del successo o del fallimento della terapia.

Diagnosi ecografica del carcinoma diagnosi differenziale di adenoma cancro alla prostata prostata. Gli ultrasuoni hanno trovato ampia applicazione nella diagnosi di molte malattie della ghiandola prostatica, incluso il cancro.

Di particolare interesse per lo studio è stata l'introduzione della tomografia ecografica transrettale. I moderni sensori a ultrasuoni transrettali forniscono una qualità dell'immagine molto elevata e consentono di visualizzare in dettaglio la struttura della prostata, i suoi organi e tessuti circostanti e anche effettuare una biopsia dall'area modificata della ghiandola.

Normalmente, la ghiandola prostatica invariata ha una forma triangolare durante l'ecografia. La base della ghiandola è rivolta verso il retto e la punta verso il collo della vescica. La dimensione della ghiandola più grande nella direzione trasversale è mm, nella direzione antero-posteriore è mm, nella direzione longitudinale - mm.

Sui tomogrammi ad ultrasuoni si distinguono le zone centrali e periferiche della prostata, che di solito occupano la maggior parte della ghiandola prostatica. Con gli ultrasuoni, la zona periferica ha una struttura uniforme ed è caratterizzata da riflessi di media intensità. La zona centrale si trova intorno all'uretra prostatica, ha una struttura cellulare e l'ecogenicità è inferiore alla zona periferica. Esaminando l'area del collo della vescica, viene secreto uno stroma fibromascolare ipoecogeno che non contiene ghiandole, che costituisce la parte anteriore della prostata.

Secondo V. Sholokhovcon lo sviluppo di iperplasia benigna o con malattie infiammatorie, le zone centrali e periferiche della ghiandola non possono differenziarsi con l'età. La divisione prostatica dell'uretra sembra un filo ipoecogeno che si estende nella zona centrale nera della ghiandola. La prostata è circondata da tessuto adiposo e fascia periprostatica, che formano lo strato limite iperecogeno, che è spesso descritto come una capsula della ghiandola.

Le vescicole del seme sono visualizzate sotto forma di filamenti ipoecogeni simmetrici situati tra la prostata e la vescica con dimensioni di 2 x 7 cm. Come notato sopra, il cancro si sviluppa più spesso nella zona periferica della prostata. Data questa caratteristica, è più facile effettuare diagnosi differenziali con altre malattie. I cambiamenti strutturali rivelati localizzati all'interno della zona centrale hanno maggiori probabilità di essere attribuiti alla manifestazione di un processo benigno, mentre la rilevazione della riorganizzazione strutturale localizzata nella zona periferica corrisponde più spesso a un tumore maligno.

Principalmente il tumore si trova a una profondità di mm dallo strato di confine. Intorno all'uretra prostatica è una sottile area di tessuto ghiandolare - la cosiddetta zona di transizione. I segni più caratteristici del cancro alla prostata, localizzati nella zona periferica, sono la presenza di uno o più nodi di forma irregolare e bassa ecogenicità Figura 4.

Esame transrettale della ghiandola prostatica piano longitudinale al confine delle zone periferiche e di transizioneil sito tumorale indicato dalla freccia che non si estende oltre i limiti dell'organo.

Segni di penetrazione delle capsule n. Diagnosi: cancro alla prostata. Spesso il sito è circondato da un bordo iperecogeno, che è spiegato dalla reazione fibrosa del tessuto connettivo della ghiandola prostatica che circonda la lesione tumorale. Man mano che il tumore cresce, i contorni nodulari della diagnosi differenziale di adenoma cancro alla prostata appaiono con segni di penetrazione dello strato limite Fig.

Cancro alla prostata. Il sito tumorale nella zona periferica del lobo sinistro si infiltra nella superficie posterolaterale della ghiandola e nella fibra periprostatica. Esame transrettale della ghiandola prostatica piano trasversale. Nodo tumorale nella zona periferica del lobo sinistro. La deformazione del contorno esterno della ghiandola, i segni di penetrazione della propria capsula sono noti. T3 Diagnosi: diagnosi differenziale di adenoma cancro alla prostata alla prostata.

Di particolare importanza è l'identificazione dell'infiltrazione sulla superficie antero-laterale della ghiandola, che è inaccessibile all'esame digitale. I più difficili da diagnosticare sono i tumori che si trovano nelle zone centrali e transitorie della ghiandola. Spesso, sullo sfondo dell'iperplasia benigna, il cancro dell'ecogenesi è quasi uguale a quello dei tessuti circostanti, che spesso porta a errori diagnostici e la diagnosi viene effettuata mediante esame istologico del materiale rimosso durante l'intervento.

Quando l'infiltrazione tumorale dello stroma della ghiandola aumenta, la sua struttura ad ultrasuoni cambia. Il tessuto ghiandolare diventa eterogeneo, con riflessi irregolari di bassa intensità.

L'imaging ecografico consente di identificare l'infiltrazione della capsula della prostata, delle vescicole seminali della vescica, della parete rettale, dei linfonodi, che, naturalmente, consente di specificare lo stadio della malattia. In contrasto con il cancro, l'iperplasia prostatica di solito si sviluppa nella zona di transizione verso l'interno della ghiandola.

In questo caso, la zona di transizione inizia a comprimere le zone centrali e periferiche, causando la loro graduale atrofia. Una capsula chirurgica è formata dalle zone centrali e periferiche e dagli strati fibromuscolari, lungo i quali avviene l'esfoliazione dei nodi iperplastici durante l'operazione.

Mentre l'iperplasia benigna cresce, la ghiandola diventa sferica; diagnosi differenziale di adenoma cancro alla prostata crescita preferenziale delle ghiandole periuretrali, si nota un rigonfiamento del contorno della ghiandola nel lume della vescica e una forma del lobo medio, che cresce, spingendo anteriormente e deformando la parete posteriore della vescica, comprimendo in gran parte l'uretra prostatica e il collo della vescica.

Poiché l'iperplasia prostatica benigna non è caratterizzata da una crescita infiltrativa, la capsula della ghiandola è solitamente chiaramente visibile lungo la periferia della fetta. I risultati frequenti nell'iperplasia benigna sono piccole cisti e calcinati di ritenzione, la cui genesi è associata alla compressione dei dotti della ghiandola da parte del tessuto iperplastico; si trovano più spesso sul cosiddetto.

Un esame ecografico della prostata a volte richiede una diagnosi differenziale con la prostatite. Questo perché la palpazione della prostata con la prostatite a volte dà risultati molto simili al cancro. L'esame ecografico nella fase di diagnosi differenziale di adenoma cancro alla prostata e infiltrazione della ghiandola rivela: un aumento della ghiandola Fig. L'ecogenicità della ghiandola diagnosi differenziale di adenoma cancro alla prostata riduce, si perde la differenziazione ecografica delle zone ghiandolari e fibromuscolari.

Prostatite cronica con aree di calcificazione nella ghiandola. Quando si annulla la prostatite - sullo sfondo del tessuto della ghiandola edematosa ipoecogena appaiono zone anecoiche corrispondenti diagnosi differenziale di adenoma cancro alla prostata zone dei cambiamenti necrotici. Gradualmente, la formazione del muro di ascesso nella forma di una struttura cistica con una parete spessa e un contenuto eterogeneo liquido.

Calcoli e piccole cisti di diagnosi differenziale di adenoma cancro alla prostata sono determinati.