Il trattamento del cancro alla prostata

Buonasera Dottore - Tumore alla prostata: Una nuova cura

Pennello rosso nel trattamento della prostatite

Attualmente, ci sono molti modi per trattare il cancro alla prostata. Non rimpiangere il tempo a studiare i metodi di trattamento esistenti. Non prendere decisioni avventate. I trattamenti più comuni per il cancro alla prostata sono la chirurgia, la radioterapia e il trattamento del cancro alla prostata terapia ormonale. A volte le tattiche di attesa sono più convenienti. In molti casi, il cancro alla prostata progredisce molto lentamente, quindi i pazienti di età superiore ai 70 anni a volte non hanno bisogno di cure.

In questo caso, il medico si offre di aspettare, ma continuare a monitorare. Se su un esame regolare risulta che la crescita del tumore è accelerata, al paziente verrà offerto un trattamento intensivo. Lo scopo di tale operazione è la rimozione di un tumore canceroso. Nel caso di una prostatectomia radicale, viene rimossa l'intera il trattamento del cancro alla prostata prostatica con i suoi tessuti circostanti.

Questa operazione è possibile solo se il tumore non si il trattamento del cancro alla prostata diffuso oltre la ghiandola prostatica. L'accesso alla il trattamento del cancro alla prostata è fornito attraverso un'incisione nell'addome inferiore. Dopo l'intervento, il paziente viene inserito nel catetere dell'uretra per la rimozione delle urine. Viene rimosso dopo alcune settimane, ma in seguito possono verificarsi problemi di il trattamento del cancro alla prostata e incontinenza.

In alcuni casi, nel tempo, questo effetto collaterale scompare da solo; a volte è necessario un trattamento con farmaci e fisioterapia. Durante l'operazione, i nervi responsabili dell'inizio di un'erezione possono essere colpiti. Di conseguenza, potrebbero esserci problemi con l'erezione e persino l'impotenza. Le difficoltà sono sia temporanee che permanenti. Discuti questi punti con il medico, scegliendo un metodo di trattamento.

Esistono metodi parsimoniosi di trattamento chirurgico del cancro alla prostata, riducendo il rischio di impotenza. La resezione transuretrale della prostata TURP è un altro tipo di procedura chirurgica utilizzata nei casi in cui la prostatectomia radicale non è possibile. Uno strumento viene inserito attraverso l'uretra, mediante il quale viene bruciata una parte separata della prostata.

In questo caso non è necessaria un'incisione e il catetere urinario viene inserito nell'uretra solo per pochi giorni, fino a quando l'emorragia si interrompe. L'impotenza e l'incontinenza dopo tale operazione sono estremamente rare. Lo svantaggio principale di questo tipo di chirurgia è che la maggior parte del cancro alla prostata interessato non viene rimosso, cioè è impossibile parlare di una cura completa per il paziente.

La criochirurgia è un metodo relativamente nuovo per il trattamento del cancro alla prostata. Nelle aste che vengono inserite nella prostata vengono create temperature molto basse che distruggono le cellule cancerose. Esistono due tipi di radioterapia per il trattamento del cancro alla prostata. Nel primo caso viene utilizzata la radiazione esterna simile alla radiazione a raggi X.

Le sessioni si svolgono ogni giorno e richiedono alcuni minuti. Il corso del trattamento è di settimane. L'uso della tomografia computerizzata aiuta a determinare la localizzazione del tumore e irradiarsi con maggiore precisione. Nel secondo caso, viene utilizzata l'esposizione interna: la fonte di radiazioni viene posta direttamente nel tessuto della ghiandola prostatica e dura per diversi mesi, dopodiché viene inattivata indipendentemente. La radioterapia ha effetti collaterali.

Molti pazienti lamentano stanchezza, indigestione diarrea, nauseadifficoltà a urinare e erezioni prolungate. La dimensione del tumore nella ghiandola prostatica dipende dal contenuto dell'ormone maschile testosterone nel sangue. Un'alternativa a questo metodo è la terapia ormonale. La terapia ormonale rallenta solo la progressione, ma non cura il cancro alla prostata. Le iniezioni di Lupron luprolide o Zolidex goserelin bloccano i segnali della ghiandola pituitaria sulla produzione di ormoni sessuali nei testicoli compreso il testosterone.

Il trattamento ormonale ha anche effetti collaterali: infertilità, diminuzione della libido, vampate di calore, impotenza e osteoporosi. Il trattamento con farmaci che uccidono le cellule tumorali in tutto il corpo, viene applicato solo nei casi in cui il tumore si è diffuso ad altri organi. L'obiettivo di questo trattamento è ridurre il dolore e rallentare la crescita del tumore.

Secondo studi recenti, il farmaco Taxotere doxetsel aumenta l'aspettativa di vita dei pazienti con cancro alla prostata con metastasi ad altri organi. Dopo la fine del ciclo di trattamento per il cancro alla prostata, il paziente rimane sotto costante controllo medico. Per il trattamento del cancro alla prostata una possibile ricorrenza della malattia, vengono nominati esami e test regolari incluso il test del PSA.

Quando viene rilevato un carcinoma prostatico secondario, il trattamento viene selezionato in base alle tecniche utilizzate per la prima volta. HPC 1 gene. La scoperta di questo gene ci permette di sperare che presto ci saranno nuovi dati sui meccanismi genetici che portano al cancro della ghiandola prostatica.

È possibile che vengano il trattamento del cancro alla prostata test per identificare un'aumentata suscettibilità a questa malattia e per condurre indagini su uomini a rischio di il trattamento del cancro alla prostata avanzata.

Attualmente vengono testati nuovi farmaci, che dovrebbero limitare la diffusione del tumore a causa del deterioramento del flusso sanguigno. Sono anche condotti studi clinici sul fattore di crescita endoteliale anti-vascolare VEGF. Vaccini contro il cancro alla prostata. Diversi tipi di vaccini che migliorano l'immunità al cancro alla prostata sono in fase di test.

Lascia Il Tuo Commento.