Scaricare diagnosi ecografica di cancro alla prostata in urologica moderna

Il Mio Medico - Prostata: quali esami fare?

Auto-massaggio della ghiandola prostatica in casa

Giuseppe Campo. La Scaricare diagnosi ecografica di cancro alla prostata in urologica moderna. La laparoscopia praticata dal Dott. Per questo motivo la laparoscopia è da considerare una tecnica chirurgica meno invasiva della chirurgia addominale tradizionale.

Con questa tecnica innovativa vengono eseguiti interventi come la prostatectomia radicale, la nefrectomia, la tumorectomia renale e il reimpianto ureterale per endometriosi o neoplasie. Il Dott. Campo, oltre ad essere impegnato nel campo prettamente urologico, si è specializzato anche nel settore delle disfunzioni sessuali maschili e femminili. Tratta quindi con particolare attenzione questo settore che conta pazienti sempre più numerosi. Ricorre anche alla chirurgia andrologica per risolvere problemi di varicocele, di pene curvo, di fimosi, relativi alla disfunzione erettile protesi penieneal micropene, alle dismorfofobie, ecc.

Anche lo stile di vita alcool, fumo, droghe e lavori a rischio e fattori ambientali, possono giocare un ruolo importante. Nel settore andrologico è necessario un adeguato supporto laboratoristico per giungere ad un corretto inquadramento nosologico, prognostico e terapeutico del paziente. Lo spermiogramma scaricare diagnosi ecografica di cancro alla prostata in urologica moderna l'analisi del scaricare diagnosi ecografica di cancro alla prostata in urologica moderna seminale diventa uno strumento diagnostico fondamentale, necessario anche per stabilire il trattamento terapeutico piùhappropriato.

La si definisce tale quando, nonostante tutte le indagini diagnostiche eseguite, non si è identificata la causa della infertilità. La cosiddetta "infertilità inspiegata" è naturalmente una delle indicazioni alla riproduzione medicalmente assistita PMA. La fertilità maschile dipende da: un'adeguata produzione di spermatozoi da parte dei testicoli spermatogenesidalla libera circolazione del liquido seminale nelle vie genitali maschili, da un adeguato deposito di spermatozooi all'interno della vagina della donna.

Questi non sono criteri rigidi ma indicativi. Anche la quantità di liquido tra 2 e 6 millilitri e la sua viscosità sono importanti. Come si fa: si raccoglie in genere mediante masturbazione il liquido seminale in un contenitore e si consegna al laboratorio in genere entro un'ora e senza avergli fatto subire eccessivi sbalzi di temperatura.

Spermiocoltura E' la ricerca nel liquido seminale di germi. Si fa per valutare se c'è un'infezione in qualcuno degli organi genitali. Si raccoglie il liquido seminale in un contenitore sterile e si consegna al laboratorio di batteriologia entro qualche ora.

Esami ormonali La ricerca nel sangue di piccole quantità di ormoni che regolano alcune funzioni riproduttive importanti nell'uomo. Inoltre sono utili per decidere che tipo di terapia eseguire. Le cause sono numerose e diverse e non tutte sempre chiare o semplici da dimostrare e quindi trattare. Purtroppo la questione viene affrontata adeguatamente solo da una piccolissima parte degli uomini interessati in tutte le età ed in particolare negli uomini giovani, sia per minimizzazione che per timore o vergogna.

La cute, con caratteri di elevata elasticità, riveste tutto il corpo al terzo distale quasi al glande si ripiega formando il prepuzio che ricopre più o meno completamente il glande e al cui vertice è connesso ventralmente dal frenulo o filetto.

I neurotrasmettitori le molecole che consentono alle componenti del sistema nervoso di comunicare tra loro e con le cellule dei tessuti di destinazione degli impulsi vengono emessi lungo i circuiti di attivazione e disattivazione della risposta erettile del pene; in relazione a quale delle due attività domina, si attiverà o disattiverà il processo erettile.

La pressione viene anche sostenuta dalla chiusura parziale, per compressione e contrazione delle fibre muscolari lisce nei pressi delle valvole, delle vene. Traumi e Chirurgia Scaricare diagnosi ecografica di cancro alla prostata in urologica moderna — I traumi della regione lombosacrale e pelvica possono indurre lesioni nel midollo spinale corrispondente e nella rete neuronale pelvica cosicché, sia in modo temporaneo che definitivo, si determina scaricare diagnosi ecografica di cancro alla prostata in urologica moderna disfunzione erettile.

Le ragioni di tale effetto sono dovute a lesioni venose determinate da cause diverse sia organiche che psicodinamiche. Tale situazione finisce per amplificare le vere ragioni della disfunzione erettile. La accurata sintesi dei dati raccolti consentirà di definire il quadro complessivo, senza sottovalutazioni, da sottoporre a terapia. Esami sul sangue e sulle urine — I test sul sangue possono essere utili per determinare le condizioni generali che interferiscono con la capacità erettile: ove le condizioni cliniche lo richiedano possono essere determinati i livelli ormonali testosterone.

DHT, LH, FSH, prolattina, talvolta degli ormoni tiroidei in almeno 3 campionature, tenendo conto degli stati di stress; i livelli di colesterolo e trigliceridi, di glucosio, le transaminasi e la bilirubina, il profilo proteico, il livello di creatinina. Tutti i test indicati servono a verificare le eventuali ragioni extragenitali della disfunzione erettile.

Questo tipo di erezioni si attiva circa ogni 90 minuti e possono durare anche circa 30 minuti: in generale la loro presenza garantisce che almeno questioni neurovascolari di rilievo siano assenti, ma non che siano assenti ragioni organiche. Esame della prostata e dei testicoli — entrambi gli organi devono essere valutati con cura poiché alterazioni strututrali e funzionali possono essere alla base di una disfunzione erettile.

Funziona meglio se sia almeno possibile avere una parziale erezione spontanea che non raggiunge il massimo a causa di insufficienze di tenuta venosa. Le tipologie di protesi attualmente in uso sono due: le protesi gonfiabili e le protesi mallealibili. In entrambe la consistenza del pene è ovviamente minore ed in quelle malleabili lo è ancora meno; entrambe lasciano il glande poco turgido essendo solo possibile una sua tensione ove il flusso ematico naturale sia ancora un poco adeguato.

Chirurgia vascolare ricostruttiva — la soluzione chirurgica vascolare ha indicazione molto specifica e quindi per casi particolari sia per il rischio chirurgico sia per i possibili danni alla rete nervosa di controllo, sia per la possibile formazione di tessuto cicatriziale e pertanto ha scarsa e prevalente applicazione sperimentale.

Entrambi possono essere coesistenti amplificando i modesti effetti di parziali condizioni negative. La correzione di questi due aspetti costituisce la terapia naturopatica e il riequilibrio nutrizionale associato alla modifica dello stile di vita spesso ricostituisce la normale funzione erettile senza altro aggiungere.

In ogni caso fossero presenti altre condizioni patologiche la loro terapia troverà elevato beneficio da tale recupero. Tra i fitoterapici principali per la disfunzione eretile sono impiegabili il ginseng asiatico, la damiana, la catuaba, il ginko biloba, la muira puama, il guaranà, la maca.

La prima segnalazione sulla malattia fu fatta da Andrea Vesalio nelma la prima descrizione clinica vera e propria la troviamo in uno scritto di Francois De La Peyronie, chirurgo dell'esercito di Luigi XV nel scaricare diagnosi ecografica di cancro alla prostata in urologica moderna Per questo motivo viene descritta anche come malattia di LaaPeyronie.

La malattia ha la massima incidenza tra i 50 e i 65 anni, ma puo' comparire anche in giovane età. Con una certa frequenza si accompagna al diabete, alla gotta, alla ipertensione, all'aterosclerosi.

Ancora, ci puo' essere una storia di microtraumi o traumi a carico del pene; talvolta si tratta di traumatismi conseguiti durante l'attività sessuale. La malattia è piu' frequentemente presente in concomitanza con altre patologie del tessuto connettivo es: la malattia di Dupuytren o fibrosi palmare, la fibrosi della cartilagine auricolare, la timpanosclerosi, l'artrite etc.

Abbastanza rapidamente scaricare diagnosi ecografica di cancro alla prostata in urologica moderna manifesta un incurvamento del pene con angolo di curvatura proprio in corrispondenza della placca. Questo processo non si arresta e la produzione di tessuto fibroso continua determinando la comparsa di una placca, rigida, inestensibile, percepibile al tatto.

Sono state proposte numerose terapie con pochi risultati. Utile la iontoforesi con Verapamil e cortisonici. Le cause non sono del tutto chiarite: si pensa ad un fenomeno autoimmune che scatena una reazione infiammatoria cronica. In una fase iniziale della malattia, il paziente avverte una sensazione di moderato dolore al pene accentuato dall'erezione. Compare una zona di indurimento localizzato placcanodulo ed il pene tende a curvarsi in corrispondenza della placca.

Poi il dolore spontaneamente tende a ridursi, le dimensioni della placca si stabilizzano e l'incurvamento si blocca; ma si tratta solo di un apparente miglioramento spontaneo. In realtàcon l'interessamento della parete cavernosa opposta, il pene puo' andare incontro ad un raddrizzamento, pur se a scapito della lunghezza, accompagnato spesso da un restringimento a clessidra o dalla formazione di nuove nodularità.

La capacità di erezione puo' progressivamente ridursifino all'impotenza che puo' anche diventare assoluta; questo perché le alterazioni cui va incontro la tunica di rivestimento di corpi cavernosi interferiscono con il meccanismo di sequestro del sangue all'interno di essi disfunzione erettile da "fuga venosa".

Con il tempo la placca tende a calcificarsi ed il pene puo' accorciarsi ed assottigliarsi. Queste modificazioni avvengono con una andamento subdolo, generalmente nello spazio di diversi mesi, talvolta ancor piu' lentamente; possono pero' aversi anche periodi di rapida ed acuta progressione. Sono inevitabilmente presenti profondi disagi psicologici legati alla malattia, alle difficoltà di erezione o ancora alla "vergogna" di mostrarsi con un pene deformato; il malessere psicologico puo' amplificare ulteriormente i disturbi della funzione sessuale.

La diagnosi è basata sulla storia riferita dal Paziente, dalla palpazione durante la visita andrologica e da una buona ecografia peniena dinamicaeseguita cioè durante erezione indotta da farmaci locali. L'ecografia consente anche di valutare la fase della malattia stadiazione e di scegliere la strategia terapeutica piu' adatta. Nei casi piu' avanzati o non sensibili alla terapie farmacologiche, si ricorre alla terapia chirurgica asportazione della placca e sostituzione con materiale venoso oppure inserimento di protesi peniene in casi selezionati con correzione della deformità e ripristino di una normale capacità erettiva.

In generale piu' la diagnosi è precoce e prima si inizia il trattamento, tanto migliori saranno i risultati che possiamo aspettarci dalle cure applicate. Si deve pertanto rivolgersi allo specialista non appena si riscontrino i sintomi dolore in erezione, formazione del nodulo, acquisizione di una curvatura, deficit erettivo. I testicoli ricevono il sangue dall'arteria testicolare che è situata all'interno dell'addome; il sangue viene quindi trasportato via attraverso una serie di piccole vene localizzate nello scroto plesso pampiniforme.

Da qui il sangue refluisce nella vena spermatica interna vena testicolare vedi disegno a destrache a sua volta trasporta il sangue indietro sino al cuore. In alcuni uomini le vene attorno al testicolo possono allargarsi o dilatarsi; le vene dilatate sono definite come varicocele.

SINTOMI Molte persone ammalate di varicocele non accusano nessun sintomo molto spesso si accorgono di averlo perché non riescono ad avere figli!

Quando le dimensioni siano sufficienti a causare scaricare diagnosi ecografica di cancro alla prostata in urologica moderna questi sono sostanzialmente due: dolore problemi di infertilità Il dolore associato al varicocele è dovuto all'eccessiva pressione del sangue all'interno delle vene dilatate.

Infertilità significa difficoltà alla riproduzione. Nei maschi è quasi sempre dovuta alla produzione di spermatozoi. Gli spermatozoi sono prodotti nei testicoli e la produzione degli stessi è molto sensibile anche a piccole variazioni di temperatura. Dopo la cura del varicocele che sia chirurgica o radiologica la funzionalità e il numero degli spermatozoi mostra un netto miglioramento con una scaricare diagnosi ecografica di cancro alla prostata in urologica moderna significativa della probabilità di gravidanza.

Anche questa situazione patologica è in relazione all'innalzamento della temperatura. Il Medico di base facilmente diagnostica il Varicocele semplicemente con la visita. E' comunque indispensabile una corretta e approfondita valutazione delle cause e dell'entità per le quali non è sufficiente la sola visita clinica. Un esame del Liquido Seminale e un Eco-Doppler sono necessari. L'Eco-Doppler è un esame non-invasivo che impega gli ultrasuoni molto simile all'Ecografia.

Scaricare diagnosi ecografica di cancro alla prostata in urologica moderna viene solitamente eseguito con il paziente in piedi in modo tale che le vene ripiene di sangue sono più agevolmente visibili. L'intero esame non richiede più di 20 minuti.

La Prima opzione è la scleroembolizzazione percutanea attraverso catetere che viene eseguita da un Radiologo Interventista. La Seconda opzione è l'intervento chirurgico che viene eseguito dal Chirurgo o dall'Urologo. Presenta il vantaggio di essere abbastanza semplice e gravata da poche complicanze. Le legature retroperitoneali possono essere condotte anche in laparoscopia; in questo caso sull'addome vengono eseguite 3 incisioni di circa 2 cm attraverso le quali si fanno passare una telecamera e dei lunghi strumenti che vengono manovrati dall'esterno.

La laparoscopia, non comporta un miglioramento dei risultati né una riduzione dell'invasività, essendo sempre necessaria l'anestesia generale. Esistono tuttavia potenziali complicanze di perforazione accidentale di organi addominali. Legatura Inguinale: Tale metodica ha il vantaggio di poter ispezionare ed eventualmente legare vene extrafunicolari, come la spermatica esterna, che possono essere responsabili di recidive dopo legatura di tutte le spermatiche interne.

Legatura Subinguinale: Viene descritta come il trattamento chirurgico a più bassa incidenza di recidive e complicanze se l'operazione viene condotta con l'ausilio del microscopio.

Esiste anche la tecnica di derivazione microchirurgica in cui la vena spermatica viene collegata alla vena epigastrica permettendo di scaricare il sangue refluo dal testicolo in un altro territorio e impedendo, in tal modo, il reflusso dalla vena renale. Tale terapia non richiede intervento chirurgico non vengono eseguiti tagli con il bisturi!

Si introduce quindi un piccolo catetere del diametro di 1. Si inietta quindi scaricare diagnosi ecografica di cancro alla prostata in urologica moderna piccola quantità di alcool Atossisclerol e, se necessario, piccole particelle solide spiraline che producono una occlusione delle vene dilatate. Si risolve in 48 ore. Tumore della prostata Urologo e Andrologo.