Infertilità maschile della prostata

STERILITÀ MASCHILE

Soprattutto durante il massaggio prostatico

La maggior parte degli Autori definisce questi pazienti come infertili quando non riescono ad avere una gravidanza dopo almeno un anno di tentativi infertilità maschile della prostata protetti. Se tale deficit è congenito si avrà un mancato sviluppo dei caratteri sessuali ed i genitali rimarranno prepuberi.

Nella maggior parte dei casi, la forma acquisita è secondaria ad adenomi ipofisari, craniofaringiomi e altri tumori cerebrali soprasellari, o a terapia chirurgica e radiante. Infine, numerosi ormoni non ipofisari interferiscono con la funzione ipofisaria, come un eccesso di estrogeni, di androgeni e di glicocorticoidi. La forma congenita di ipogonadismo infertilità maschile della prostata più frequente è la sindrome di Kallmann dovuta ad un deficit infertilità maschile della prostata GnRH gonadotropin-releasing hormone ipotalamico, una condizione associata ad ipo-anosmia.

Alterazioni della spermatogenesi sono presenti in individui con delezioni corrispondenti alla infertilità maschile della prostata AZF human azoospermia factor nel braccio lungo del cromosoma Y.

Mutazioni del gene AR, localizzato sul cromosoma X, causano forme variabili infertilità maschile della prostata resistenza agli androgeni, responsabili di quadri di femminilizzazione testicolare di diversa gravità: dalla forma completa, o sindrome di Morris, alle forme incomplete, contraddistinte da ambiguità dei genitali, come la sindrome di Reifenstein.

Altre mutazioni possono riguardare il gene SRD5A2, impedendo la conversione del testosterone nella sua forma metabolicamente attiva, il di-idro-testosterone, causando ambiguità genitali. Tra le anomalie cromosomiche di particolare rilievo è la sindrome di Klinefelter, caratterizzata da un cromosoma X in eccesso 47 XXY.

Essa rappresenta la causa più frequente di ipogonadismo ipergonadotropo, e la sua incidenza è elevata, 1 ogni soggetti di sesso maschile nati vivi.

Analoga per alcuni aspetti alla sindrome di Klinefelter, ma molto più rara e di eziopatogenesi diversa, è la condizione del maschio XX. Si tratta di una discordanza tra sesso fenotipico, che è maschile, e quello genotipico, che è femminile 46, XX. Questa sindrome è possibile grazie ad una traslocazione su un cromosoma X della sequenza dei geni responsabili del infertilità maschile della prostata gonadico maschile SRY.

Come i portatori della sindrome di Klinefelter, anche questi pazienti presentano ipotrofia testicolare ed azoospermia. La sindrome del doppio cromosoma Y 47,XYYpresenta un grado molto variabile di compromissione della fertilità, poiché esistono individui con due cromosomi Y che producono un numero normale di spermatozoi e che hanno generato infertilità maschile della prostata. Particolarmente frequente è la traslocazione robertsoniana tra i cromosomi 13 e 14 con cariotipo 45,XY,t.

Infertilità maschile della prostata cancro del testicolo si associa ad un aumento del rischio di alterazioni della spermatogenesi e della qualità del seme. Sono stati identificati numerosi agenti tossici ambientali con effetto dannoso sulla funzione riproduttiva maschile come i pesticidi, alcuni metalli come il piombo, il cadmio e il mercurio, alcuni solventi impiegati in vernici, inchiostri per stampa e adesivi, ormoni di natura zootecnica come gli estrogeni.

Per quanto riguarda gli effetti sulla fertilità dei farmaci di comune impiego non esistono dati precisi, ma alcuni studi rivelano che, ad esempio, la sulfasalazina, impiegata nel trattamento delle malattie infiammatorie intestinali, e alcuni farmaci psicotropi, possono alterare la qualità del seme.

In alcuni uomini, con azoospermia, i tubuli seminiferi contengono solo cellule del Sertoli. Le ostruzioni congenite sono dovute a difetti di sviluppo delle vie seminali, che possono consistere sia in una mancata produzione di un tratto di esse, sia in un loro infertilità maschile della prostata di canalizzazione.

Pazienti con infezioni polmonari croniche ed azoospermia ostruttiva, possono presentare la Sindrome di Young. Conseguono a episodi infiammatori o a interruzioni chirurgiche. Attualmente il numero di azoospermie ostruttive post-infiammatorie è diminuito infertilità maschile della prostata molto grazie alla terapia antibiotica.

La prevalenza di anomalie cromosomiche è maggiore nel maschio infertile ed è inversamente proporzionale alla concentrazione degli spermatozoi. Le anomalie a carico dei cromosomi sessuali sono predominanti, ma sono ben presenti anche anomalie strutturali autosomiche. I risultati preliminari riguardanti le gravidanze ottenute dopo ICSI suggeriscono che le anomalie a carico dei cromosomi sessuali possono essere più frequenti che nelle gravidanze ottenute per via naturale.

In genere, gli embrioni derivanti da ICSI, hanno infertilità maschile della prostata maggiore possibilità di incorrere nel rischio di anormalità cariotipiche. La tipologia più comune di anomalia cariotipica è rappresentata dalla sindrome di Klinefelter mentre la più frequente alterazione non-cromosomica è costituita da microdelezioni a carico del braccio lungo del cromosoma Y.

Lo studio del cariotipo, tramite analisi del sangue, è quindi fortemente raccomandato durante la infertilità maschile della prostata di soggetti affetti da azoospermia o con severa oligozoospermia Lo screening citogenetico è prioritario rispetto a qualsiasi procedura di fecondazione assistita IUI inclusaanche in quei casi in cui i parametri del liquido seminale rientrano abbondantemente nella norma o sono ad essa prossimali.

Difatti alcune anomalie cariotipiche possono causare infertilità pur essendo associate a normozoospermia. La KS è caratterizzata da ipotrofia testicolare, elevati livelli di gonadotropine nel plasma e rappresenta la forma più comune di ipogonadismo maschile. Sebbene non siano disponibili dei dati chiaramente interpretabili, è comunque possibile che una piccola frazione di maschi KS azoospermici, manifesti un residuo di spermatogenesi in alcuni tubuli seminiferi.

La funzionalità delle cellule di Leyding risulta ridotta nella KS, sebbene il numero di cellule sia aumentato. Anche se la maggior parte dei bambini nati da padri con KS, hanno un corredo cromosomico normale, il rischio di nascite con aneuploidie è comunque alto, in special modo per i casi 47, XXY o 47 XXX.

Spermatozoi aneuploidi sono probabilmente il risultato della meiosi di pochi spermatociti 47, XXY e di anomalie meiotiche in infertilità maschile della prostata germinali 46, XY normali, presenti in un contesto testicolare compromesso.

Il cariotipo 47, XXY rappresenta la seconda aneuploidia completa dei cromosomi sessuali. Molti studi, realizzati attraverso la tecnica FISH ibridizzazione fluorescente in situ su spermatozoi di soggetti maschili XYY, hanno mostrato un modesto decremento nella frequenza di anomalie a carico dei cromosomi sessuali.

Il fenotipo è simile a quello Klinefelter ma i pazienti affetti da una tale anomalia, sono dotati di una intelligenza elevata. La perdita parziale di regioni Yq non è evidenziabile tramite studi del cariotipo e sarà discussa più avanti.

La frequenza di infertilità maschile della prostata Y-autosomiche è stimata essere di 1 su Rotture nel cromosoma Y erano prevalenti nel braccio q della banda q Infertilità maschile della prostata i risultati riportati in letteratura, nei maschi fertili la rottura del cromosoma Y avviene nella regione Yq12 la regione eterocromatinica mentre nei maschi sterili questa si verifica nella regione distale Yq11 la regione eucromatinicanei pressi del locus AZF.

Le traslocazioni Robertsoniane si manifestano quando due cromosomi acrocentrici si fondono tra loro. Il risultante singolo cromosoma anomalo, generalmente dicentrico, reca la maggior parte delle braccia lunghe dei due cromosomi originali con la conseguente perdita delle braccia corte. I portatori di traslocazioni bilanciate possiedono solo 45 infertilità maschile della prostata. Le combinazioni più facilmente individuabili riguardano il cromosoma 13 ed il cromosoma 14 e quella infertilità maschile della prostata il 14 ed il I portatori di una simile anomalia in genere manifestano un fenotipo normale.

Le ripercussioni delle traslocazioni Robertsoniane nei soggetti maschili si manifestano con una serie di difetti a carico della spermatogenesi direttamente collegati ad alterazioni del processo meiotico. Le traslocazioni reciproche si riscontrano con una frequenza pari a 0,9 su nati. La traslocazione consiste in un reciproco scambio di segmenti tra due distinti cromosomi. Come regola generale infertilità maschile della prostata portatore di traslocazione reciproca produce più spermatozoi non equilibrati che normali o equilibrati.

Il cromosoma Y umano è costituito da un braccio corto ed un braccio lungo,chiamati rispettivamenteYp ed Yq. Il braccio lungo del cromosoma Y è citogeneticamente dicotomizzato in una regione eucromatica prossimale Tq11,segregata ulteriormente in Yq Molto interessantemente in questi pazienti la popolazione testicolare di spermatogono e spermatociti è nella norma, mentre non si osservano cellule postmeiotiche.

I modelli genetici ed i meccanismi del malfunzionamento a livello spermatogenetico nei maschi portatori di microdelezioni Yq non sono ancora stati svelati. Le più comuni delezioni della regione AZFc inducono azoospermia o severa oligozoospermia, associata a differenti fenotipi spermatogenetici del testicolo. Non è ancora chiaro se il fenotipo determinato da infertilità maschile della prostata riarrangiamenti sia causato dalla perdita di tutti i geni coinvolti nella delezione, o dalla scomparsa del più importante, la cui delezione, da sola, è in grado di compromettere il funzionamento del processo spermatogenetico.

Diverse centinaia di geni sono necessari per un infertilità maschile della prostata sviluppo sessuale, per la definizione del testicolo, la sua discesa e la spermatogenesi. La sindrome di Kallmann ha una prevalenza di nati maschi che sono caratterizzati da infertilità maschile della prostata statura con arti inferiori e superiori più lunghi del tronco, ipogonadismo ipogonadotropo e anosmia completa o parziale; spesso si associano numerose altre anomalie.

Causata da una delezione sul braccio lungo del cromosoma 15 paterno 15qq13 con una prevalenza di nati. I polimorfismi, o varianti genetiche, sono considerati potenziali fattori di rischio che contribuiscono al malfunzionamento del processo spermatogenetico. Nonostante questo tali studi non riportano risultati interpretabili in maniera univoca.

Pertanto sono a disposizione dati che, seppur non conclusivi, sono teoricamente sufficienti solo per alcuni polimorfismi. Per prenotazioni visite e prestazioni diagnostiche ambulatoriali chiama Infertilità Maschile. Home Infertilità Maschile. Testicolari: Si tratta di patologie congenite od acquisite a carico dei testicoli. Post-testicolari: Comprendono le malformazioni, acquisite o congenite, delle vie seminali infertilità maschile della prostata delle ghiandole annesse. Cause testicolari Questo gruppo comprende individui con un danno primitivo testicolare.

Anomalie genetiche Alterazioni della spermatogenesi sono presenti in individui con delezioni corrispondenti alla regione AZF human azoospermia factor nel braccio lungo del cromosoma Y.

Cancro testicolare Il cancro del testicolo si associa ad un aumento del rischio di alterazioni della spermatogenesi e della qualità del seme. Fattori ambientali Sono infertilità maschile della prostata identificati numerosi agenti tossici ambientali con effetto dannoso sulla funzione riproduttiva maschile come i pesticidi, alcuni metalli come il piombo, infertilità maschile della prostata cadmio e il mercurio, alcuni infertilità maschile della prostata impiegati in vernici, inchiostri per stampa e adesivi, ormoni di natura zootecnica come gli estrogeni.

Aplasia delle cellule germinali In alcuni uomini, con azoospermia, i tubuli seminiferi contengono solo cellule del Sertoli. Ostruttive Acquisite Conseguono a episodi infiammatori o a interruzioni chirurgiche.

Altre aneuploidie dei cromosomi sessuali Il cariotipo infertilità maschile della prostata, XXY rappresenta la seconda aneuploidia completa dei cromosomi sessuali. Di più, studi recenti sottolineano anche un effetto inter-cromosomico. Traslocazioni reciproche Le traslocazioni reciproche si riscontrano con una frequenza pari a 0,9 su nati.

Delezioni del cromosoma Y Microdelezioni del cromosoma Y Il cromosoma Y umano è costituito da un braccio corto ed un braccio lungo,chiamati rispettivamenteYp ed Yq.

Delezioni parziali di AZFc Mutazioni Genetiche Diverse centinaia di geni sono necessari per un corretto sviluppo sessuale, per la definizione del testicolo, la sua discesa e la spermatogenesi.

Sindrome di Prader-Willy Causata da una delezione sul braccio lungo del cromosoma 15 paterno 15qq13 con una prevalenza di nati. Polimorfismi genetici ed infertilità maschile I polimorfismi, o varianti genetiche, sono considerati potenziali fattori di rischio che contribuiscono al malfunzionamento del processo spermatogenetico.

Top Andrologia. Tel: