Studio in vitro della prostata segreto

Prostata ingrossata: una nuova cura

Metastasi prostata

Quantificazione ceramide è stata effettuata utilizzando il metodo chinasi DAG. Una delle aree più interessanti della ricerca attuale nel potenziale terapeutico dei cannabinoidi è il cancro. Prove recenti suggeriscono che i cannabinoidi sono potenti regolatori della crescita cellulare e la differenziazione. Cannabinoidi possono colpire le cellule tumorali legandosi ai recettori cannabinoidi o da un meccanismo recettore-indipendente. Passaggi delle cellule bassi tra 10 e 20 sono stati utilizzati per questo studio.

Citometria di flusso è stata utilizzata per rilevare le cellule apoptotiche e la distribuzione del ciclo cellulare. A tempi dedicati dalla trasfezione, le cellule sono state utilizzate per i saggi di citometria di flusso o western blot. Il peso corporeo degli animali è stata registrata quotidianamente.

Questi risultati suggeriscono che i Studio in vitro della prostata segreto utilizzati indotto una piccola percentuale di apoptosi e arresto della crescita nelle cellule della prostata. Figura 1. Figura 2. Effetto antiproliferativo dei cannabinoidi su diverse linee cellulari di cancro della prostata. Questi risultati indicano che sia MET e JWH promosso un basso, anche se significativa, percentuale di apoptosi nelle cellule tumorali della prostata, ma altri processi come mitotico catastrofe, citotossicità o necrosi potrebbero anche collaborare alla inibizione della crescita osservata.

Figura 3. Figura 4. Figura 5. Per analizzare ulteriormente il meccanismo apoptotico di JWH, abbiamo misurato la concentrazione intracellulare di ceramide in cellule PC Figura 6. Coinvolgimento della sintesi di ceramide nella inibizione della crescita cellulare JWHindotta. Figura 7. Le osservazioni sopra degli effetti antiproliferativi di JWH sono stati esaminati in un modello di xenotrapianto di carcinoma della prostata. Animali sono stati trattati per 15 giorni e il volume del tumore è stato calcolato ogni giorno.

Figura 8. Tabella 1. Maggior parte delle attuali terapie antitumorali agiscono attivando percorsi di morte cellulare nel cancro. Una serie di studi hanno di recente messo in luce il ruolo dei membri della famiglia dei cannabinoidi come agenti antitumorali, consentendo il potenziale di sviluppo di trattamenti anti-neoplastica-efficienti.

Una migliore comprensione dei meccanismi a valle di morte cellulare indotta da prostata cannabinoidi in Studio in vitro della prostata segreto prostatiche offrirebbe nuove opportunità per lo sviluppo di una terapia di combinazione nel trattamento del cancro della prostata.

Pertanto, il Studio in vitro della prostata segreto punto per la potenziale applicazione del recettore dei cannabinoidi di tipo 2 ligandi come agenti anti-tumorali nel cancro della prostata risultati. Un nuovo studio pubblicato sulla rivista Psychological Medicine suggerisce che la cannabis possa proteggere contro la sindrome metabolica, una condizione di salute […]. Mangiare cannabis cruda non produce effetti psicoattivi e ha effetti benefici sulla nostra salute.

Affinché la Studio in vitro della prostata segreto abbia effetti psicoattivi, deve essere decarbossilata. Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Sito web. Post Correlati. Le 9 iniziative sulla cannabis negli Usa alle elez Cannabis e Glaucoma. Condividi Scarica l'articolo in formato PDF. Mail: direzione freeweed. Un nuovo studio pubblicato sulla rivista Psychological Medicine suggerisce che la cannabis possa proteggere contro la sindrome metabolica, una condizione di salute […] Trovi interessante questa notizia?

Pi Trovi interessante questa notizia? Trovi interessante questa notizia? Lascia un commento Annulla risposta Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.