Differisce da cistite prostatite quali sintomi

Quali sono le raccomandazioni sulle prostatiti

Trattamento di calcificazioni nella prostata

Una delle tipologie di infezione più comune che rientra nel gruppo delle IVU infezione delle vie urinarie e più precisamente del tratto inferiore è la cistite. Uno dei primi sintomi che ci inducono a pensare di avere una cistite batterica è il dolore alla minzione e il bisogno continuo di dover urinare.

Benché tenda nella maggior parte dei casi a risolversi spontaneamente, è bene riconoscerne i sintomi in modo da non trascurarli e impedire che la patologia si aggravi. Quelli più comuni sono rappresentati da:. Le urine possono differisce da cistite prostatite quali sintomi di colore torbido oppure maleodoranti. Diverse sono le cause che possono generare infezioni al tratto urinario come la cistite; vediamo quali sono le più comuni. Altre cause della cistite sono legate alla salute del nostro intestino.

Se la donna è più soggetta ad infiammazioni in età adolescenziale ed adulta, gli uomini raggiungono la stessa percentuale delle donne dopo i 50 annicioè quando insorgono problemi alla prostata.

Indipendentemente dal tipo di infiammazione alla vescica, è possibile diagnosticare la presenza di infezione riconoscendone i sintomi. Qualora, tuttavia, vi fossero più fattori concomitanti o vi sia necessità di confermare un caso di cistite, esistono esami specifici che consentono una diagnosi chiara. Consumiamo tranquillamente tutti quei cibi che favoriscono la diuresi e il transito intestinale. Per facilitare la minzione ed eliminare quanti più agenti patogeni possibili con le urine sono consigliati inoltre verdure e ortaggi lattuga, finocchi, broccoli, cetriolo e frutta agrumi, uva, anguria, pere, pomodori che contengono molta acqua.

Per quanto riguarda invece la regolarità intestinale, scegliamo cibi che contengono fibreche siano cereali integralifrutta matura o verdura ed alimenti probioticicome miso, crauti e tutti quei cibi o bevande fermentate che contengono batteri buoni per la flora intestinale. Parliamo in generale di tutti quegli alimenti difficili da digerire: cibi grassi oppure raffinati, ricchi di conservanti, oppure fritti che comportano un dispendio maggiore differisce da cistite prostatite quali sintomi energie impiegate nel processo digestivo, debilitando ancora di più il corpo.

Occorre anche eliminare cibi irritanti come la caffeina oppure le spezie piccanti peperoncino, curry che potrebbero essere differisce da cistite prostatite quali sintomi di ulteriore bruciore alle vie urinarie. Riduciamo infine anche gli zuccheri, in dolci o prodotti da forno, o usati come semplici dolcificanti per i nostri drink. Gli zuccheri, differisce da cistite prostatite quali sintomi, costituiscono il cibo preferito di funghi e batteri.

I differisce da cistite prostatite quali sintomi svolgono un ruolo primario nel proteggerci da malattie ed infezioni. Quando bisogna ripopolare la flora batterica vengono consigliati ceppi che appartengono alla stessa flora intestinale, per poi aggiungerne altri che fungono da prebiotici contrastando quindi una possibile stitichezza.

Si tratta quindi di assumere perlopiù Lattobacilli e Bifidobatteri una o più volte al giorno per cicli di alcune settimane. Il frutto possiede proprietà diuretiche, antisettiche e antibatteriche, impedendo agli agenti patogeni di aderire alle pareti della vescica. Mirtillo ed uva ursina hanno molto in comune, a differisce da cistite prostatite quali sintomi dai componenti: tannini, arbutina e polifenoli, dalle proprietà antisettiche e antinfiammatorie.

Possiedono caratteristiche antivirali e antibatteriche che si sono dimostrate efficaci nel contrastare diverse infezioni del tratto urinario. Riescono a debellare la candida ma possono essere assunti anche a scopo preventivo. Funge da antinfiammatorio, antibatterico e persino antidolorifico data la presenza di mucillagini, flavonoidi ed antiossidanti. Consigliamo di consumare la malva sotto forma di infuso fino a 3 volte al giorno e, dopo aver consultato il medico, usarla come decotto per lavaggi genitali.

Assumiamola in gocce al bisogno oppure in compresse a scopo preventivo. Per la prima occorre effettuare movimenti verso il basso ventre ed evitare di passare per la parte posteriore, quella anale. Altro consiglio è quello di ridurre lo stressallentando le tensioni quotidiane e praticando attività rilassanti.

Vivere Armoniosamente è un progetto che nasce dalla necessità di diffondere notizie e pratiche utili legate al mangiare bene e all'utilizzo di rimedi naturali. Si tratta di articoli puramente informativi che non sostituiscono un consulto specialistico in quanto gli articoli non sono scritti da medici. Si declina ogni responsabilità per l'uso inappropriato delle informazioni qui contenute.

I contenuti presenti in questo blog non possono essere copiati, pubblicati o riprodotti in quanto di proprietà del sito.

Contatti Collabora con noi. Vivere Armoniosamente. Seguici su. I funghi medicinali rientrano tra i rimedi naturali utilizzati per millenni dalla medicina popolare. Il loro uso, come ben documentato da fonti storiche orientali Fu un maestro di yoga Kundalini, Yogi Bajhan, a sperimentarne per primo la ricetta La frutta è un alimento indispensabile per la dieta e dovrebbe essere assunta quotidianamente. Il latte di cocco è un ottimo sostituto del latte tradizionale, utilissimo in cucina. Ci sono infatti molte ricette con latte di cocco che La cannella è una Chi siamo.