Trattamento unoprost di prostatite

Trattamento ipertrofia prostatica in 5 min con getto d'acqua AQUABEAM e preservazione eiaculazione

Gli studi clinici per il cancro alla prostata

Disturbi funzionali della prima fase dell' ipertrofia prostatica benigna. In pazienti con ipersensibilità al principio attivo " terazosina ", ad altri chinazolinici prazosina, doxazosina o ad uno qualsiasi degli eccipienti. In soggetti con precedenti di ipotensione ortostatica. Pazienti con storia di sincope alla minzione non devono essere trattati con trattamento unoprost di prostatite alfa -bloccanti. La terapia con terazosina richiede un regolare monitoraggio clinico.

Particolare attenzione, pertanto dovrà essere posta alla valutazione della pressione dei soggetti in trattamento. Effetti simili possono verificarsi anche nel caso in cui la terapia sia interrotta per più di qualche somministrazione e quindi riavviata. I pazienti devono essere informati sui sintomi da ipotensione ortostatica ed avvisati, in questi casi, di sedersi o coricarsi vedere anche i paragrafi "Avvertenze speciali - Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull'uso di macchinari" ed "Effetti indesiderati".

Sono stati riportati, inoltre casi di sincope associati ad aumenti rapidi del dosaggio o all'introduzione in terapia di farmaci antiipertensivi. Pertanto, un eventuale trattamento antiipertensivo concomitante deve essere iniziato con cautela. L'uso concomitante di inibitori della fosfodiesterasi di tipo 5 ad es.

Allo scopo di minimizzare il rischio di sviluppare ipotensione ortostatica, il paziente deve essere stabilizzato con il trattamento a base di alfa-bloccanti prima di iniziare la terapia con gli inibitori della fosfodiesterasi di tipo 5.

Per minimizzare il rischio di ipotensione ortostatica, inoltre, i pazienti devono essere attentamente monitorati, soprattutto all'inizio della terapia. Il paziente va inoltre avvisato della possibile insorgenza di questi effetti e consigliato riguardo le misure da prendere per far fronte ad essi. Nell'eventualità di un episodio sopra descritto, il paziente deve essere posto in posizione supina e trattato - ove necessario - con le misure di supporto adeguate.

Più frequentemente si possono verificare altri sintomi comunque associati alla diminuzione dei valori pressorivale a dire vertiginisenso di stordimento, sonnolenza e palpitazioni.

Pazienti con occupazioni per le quali i sintomi descritti possono costituire un potenziale rischio devono essere trattati con particolare cautela. Avvertire il paziente che nel caso si avvertano i sintomi di un abbassamento della pressione è necessario stare seduti o sdraiati; considerato che questi sintomi non sono sempre di natura ortostatica prestare molta attenzione quando insorgono da una posizione seduta o sdraiata.

Dopo le prime 12 ore dall'inizio della terapia, dopo l'aumento della dose o dopo il riavvio del trattamento a seguito di interruzione i pazienti devono essere informati sulla possibilità di sintomi di tipo sincopale e ortostatici ed evitare trattamento unoprost di prostatite guidare o impegnarsi in attività rischiose. A causa della sua azione vasodilatatoria la terazosina deve essere usata con attenzione in pazienti che presentino una delle seguenti situazioni cardiache:.

Come per tutti i farmaci metabolizzati nel fegatoterazosina deve essere usata con particolare attenzione in pazienti con ridotta funzionalità epatica. Poiché non esistono dati disponibili in pazienti con disfunzione epatica grave, si raccomanda trattamento unoprost di prostatite evitarne l'uso in questi casi. Si raccomanda, inoltre, attenzione quando terazosina è somministrata in concomitanza con farmaci che possono influenzare il metabolismo epatico.

Informare il medico o il farmacista se si è recentemente assunto qualsiasi altro medicinale, anche quelli senza prescrizione medica. Nei pazienti ai quali sono stati somministrati terazosina più ACE-inibitori o diureticil'incidenza di vertigini o effetti indesiderati collegati è risultata maggiore rispetto alla popolazione totale dei pazienti sottoposti a trattamento con terazosina durante gli studi clinici.

Si dovrà osservare opportuna cautela nel caso in cui la terazosina venga somministrata con altri agenti antiipertensivi ACE inibitoribloccanti dei beta-recettori, antagonisti del calcio e diureticial fine di evitare la possibilità di ipotensione significativa. Nel caso in cui terazosina venga aggiunta a un diuretico o ad altro agente antiipertensivo, potrebbe risultare necessaria una riduzione del dosaggio e una nuova titolazione. Nel caso in cui vertigini, senso di stordimento o palpitazioni diventassero fastidiosi, il paziente è tenuto trattamento unoprost di prostatite informare il medico curante affinché possa considerare un aggiustamento del dosaggio.

Si consiglia di informare il proprio oculista del trattamento in corso o precedente con terazosina prima di essere sottoposti ad un intervento di chirurgia della cataratta opacità del cristallino.

Terazosina potrebbe causare complicazioni durante l'operazione che possono essere trattate se lo specialista è stato avvertito in tempo.

Vertiginestordimento o sonnolenza possono verificarsi in concomitanza con l'assunzione della dose iniziale o nel caso di mancata assunzione delle dosi e successivo nuovo inizio della terapia a base di terazosina. I pazienti devono tenere conto della possibile insorgenza di tali effetti negativi e delle circostanze in cui potrebbero verificarsi.

Evitare di mettersi alla guida o di effettuare lavori pericolosi approssimativamente nell'arco delle prime 12 ore successive all'assunzione della dose iniziale trattamento unoprost di prostatite nel caso in cui la dose venga aumentata. Le compresse di Unoprost contengono lattosio. In caso di accertata intolleranza agli zuccheri contattare il medico curante prima di assumere il medicinale. Il dosaggio generalmente efficace è compreso tra 5 mg e 10 mg somministrati una volta al giorno. Dopo aver assunto la dose starter, il paziente dovrà evitare cambiamenti bruschi di posizione o attività che possano essere influenzate da vertigini o stanchezza.

Tale precauzione dovrà essere osservata anche quando viene assunta la prima compressa ad ogni incremento di dosaggio. Le compresse seguenti di ogni dosaggio possono essere assunte al mattino. Se la somministrazione del farmaco viene interrotta per più giorni, la ripresa del trattamento va effettuata con le stesse trattamento unoprost di prostatite ripartendo dalla dose starter 1 mg.

Studi di farmacocinetica indicano che pazienti con funzionalità renale ridotta non richiedono alcuna modifica nel dosaggio raccomandato. Studi di farmacocinetica effettuati nell'anziano indicano che non è necessaria alcuna modifica sostanziale del dosaggio raccomandato.

E' comunque richiesta particolare cautela per la titolazione della dose di terazosina. Se la somministrazione di terazosina dovesse provocare ipotensione acuta, interventi di supporto cardiovascolare risultano di primaria importanza.

La ristabilizzazione della pressione sanguigna e la normalizzazione della frequenza del battito cardiaco possono essere raggiunte mantenendo il paziente in posizione supina. Se questa misura dovesse risultare inadeguata, lo stato di shock dovrà essere trattato con espansori di massa e, se necessario, si potranno successivamente usare vasopressori.

La funzionalità renale dovrà essere monitorata e si dovranno applicare misure trattamento unoprost di prostatite di supporto, secondo necessità.

In caso di ingestione accidentale di dosi eccessive del medicinale, avvisare il proprio medico curante o recarsi presso l'ospedale più vicino. Manifestazioni sincopali si sono verificate in un intervallo di tempo compreso tra 30 e 90 minuti a partire dalla dose iniziale del farmaco. La sincope si è verificata saltuariamente in associazione con aumenti rapidi di dosaggio o con l'introduzione di un agente antiipertensivo.

Si ritiene che la sincope sia dovuta ad un eccessivo effetto di ipotensione ortostatica; per quanto trattamento unoprost di prostatite, episodi di sincope sono stati preceduti da segni di grave tachicardia sopraventricolare con frequenza cardiaca da a battiti al minuto.

In caso di sincope il paziente dovrà essere disteso e assistito con un trattamento di supporto a seconda della necessità. Nel caso in cui il paziente passi velocemente da una posizione seduta o distesa ad una posizione eretta, potranno verificarsi episodi di vertigine, stordimento o svenimento. I pazienti dovranno essere avvisati di tale eventualità e istruiti a sdraiarsi non appena tali sintomi dovessero apparire e rimanere successivamente seduti per alcuni minuti prima di alzarsi al fine di impedire il ripetersi di tali episodi.

Questi eventi avversi sono autolimitanti e, nella maggior parte dei casi, non si ripresentano dopo il periodo iniziale della terapia o durante la successiva ripetizione della titolazione.

In aggiunta, sono stati segnalati i seguenti casi: dolore alla schienacefaleatachicardia, ipotensione ortostatica, sincope, edema, aumento di pesodolore alle estremità, diminuzione della libidodepressionenervosismoparestesiavertigini, dispneasinusite e impotenza. Altre reazioni avverse segnalate in studi clinici o riportate durante la commercializzazione, ma trattamento unoprost di prostatite chiaramente associate all'uso di terazosina, comprendono le seguenti: dolore al toraceedema faccialefebbredolore addominaletrattamento unoprost di prostatite al collodolore alle spallevasodilatazionearitmiacostipazionediarreaxerostomiadispepsiaflatulenzavomitogotta ; artralgiaartritedisturbi alle articolazionimialgiaansietà, insonniabronchiteepistassisintomi di influenzafaringitetrattamento unoprost di prostatite, sintomi di raffreddorepruritoeruzione cutanea, aumento della tossesudorazionevisione alterata, congiuntivitetinnitofrequenza urinaria, infezione delle vie urinarie e incontinenza urinaria rilevata principalmente nelle donne in menopausa.

Sono stati registrati almeno due casi di reazioni anafilattoidi gravi in concomitanza con la somministrazione di terazosina. Sono stati segnalati casi di trombocitopenia e priapismo. È stata segnalata fibrillazione atrialetuttavia, non è stato stabilito un rapporto causa-effetto. Nel corso di studi clinici controllati, sono state osservate piccole ma significative diminuzioni dell' ematocritodell' emoglobinadei leucocitidel contenuto proteico totale e dell' albumina.

Questi risultati di laboratorio suggeriscono la possibilità di emodiluizione. Il trattamento a base di terazosina protratta fino a 24 mesi non ha avuto effetti significativi sui livelli dell' antigene prostatico specifico PSA. Il rispetto delle istruzioni contenute nel foglio illustrativo riduce il rischio di effetti indesiderati.

Se trattamento unoprost di prostatite qualsiasi degli effetti indesiderati si aggrava, o se si nota la comparsa di un qualsiasi effetto indesiderato non elencato in questo foglio illustrativo, informare il medico o il trattamento unoprost di prostatite.

Vedere la data di scadenza indicata sulla confezione. La data di scadenza si riferisce al prodotto integro, correttamente conservato. Contenuto pubblicato a Gennaio Le informazioni presenti possono non risultare essere aggiornate.

Disclaimer e informazioni utili. Ogni compressa da 2 mg contiene, principio attivo : terazosina cloridrato 2 H2O 2, mg pari a terazosina base 2,00 mg. Ogni compressa da 5 mg contiene, principio attivo: terazosina cloridrato 2 H2O 5, mg pari a terazosina base 5,00 mg.

Ogni compressa da 10 mg contiene, principio attivo: terazosina cloridrato 2 H2O 11,87 mg pari a terazosina base 10,00 mg. Se la somministrazione del farmaco viene interrotta per più giorni, la ripresa del trattamento va effettuata con le stesse modalità ripartendo dalla dose starter. È comunque richiesta particolare cautela per la titolazione della dose di terazosina. Poiché il carcinoma prostatico e l' ipertrofia prostatica benigna possono causare gli stessi sintomiprima di iniziare il trattamento con Unoprost trattamento unoprost di prostatite necessario escludere la presenza di un carcinoma della prostata.

Il paziente va avvisato della possibile insorgenza di questi effetti e consigliato riguardo le misure da prendere per far fronte ad trattamento unoprost di prostatite. Più frequentemente si possono verificare altri sintomi comunque associati alla diminuzione dei valori pressorivale a trattamento unoprost di prostatite vertigini, senso di stordimento, sonnolenza e palpitazioni. Dopo le prime 12 ore dall'inizio della terapia, dopo l'aumento della dose o dopo il riavvio del trattamento a seguito di interruzione i pazienti devono essere informati trattamento unoprost di prostatite possibilità di sintomi di tipo sincopale e ortostatici ed evitare di guidare o impegnarsi in attività rischiose Vedere anche paragrafo 4.

Pertanto il medicinale non deve essere somministrato in pazienti con rari problemi ereditari di intolleranza al galattosiodeficit di lattasi o malassorbimento glucosio -galattosio. Durante interventi di chirurgia della cataratta alcuni pazienti, precedentemente trattati o in trattamento con farmaci contenenti terazosina, hanno manifestato la sindrome dell' iride a bandiera IFIS - Intraoperative Floppy Iris Syndromeuna variante della sindrome della piccola pupilla.

Nei pazienti ai quali sono stati somministrati terazosina trattamento unoprost di prostatite ACE-inibitori o diureticil'incidenza di vertigini o effetti collaterali collegati è risultata maggiore rispetto alla popolazione totale dei pazienti sottoposti a trattamento con terazosina durante gli studi clinici.

Si dovrà osservare opportuna cautela nel caso in cui trattamento unoprost di prostatite terazosina venga somministrata con altri agenti antiipertensivi ACE inibitoribloccanti dei beta- recettoriantagonisti del calcio e diureticial fine di evitare la possibilità di ipotensione significativa. I pazienti devono essere avvertiti riguardo tali possibili eventi negativi e le circostanze in cui potrebbero verificarsi, per evitare di mettersi alla guida o di effettuare lavori pericolosi approssimativamente nell'arco delle prime 12 ore successive all'assunzione della dose iniziale o nel caso in cui la dose venga aumentata.

Altre reazioni avverse segnalate in studi clinici o riportate durante la commercializzazione, ma non chiaramente associate all'uso di terazosina, comprendono trattamento unoprost di prostatite seguenti: dolore al toraceedema faccialefebbredolore addominaledolore al collodolore alle spallevasodilatazionearitmiacostipazionediarreaxerostomiadispepsiaflatulenzavomitogottaartralgiaartritedisturbi alle articolazionimialgiaansietà, insonniabronchiteepistassisintomi di influenzafaringitetrattamento unoprost di prostatite, sintomi di raffreddoretrattamento unoprost di prostatiteeruzione cutanea, aumento della tossesudorazionevisione alterata, congiuntivitetinnitofrequenza urinaria, infezione delle vie urinarie e incontinenza trattamento unoprost di prostatite rilevata principalmente nelle donne in menopausa.

Questi risultati di laboratorio suggeriscono la possibilità di emodiluzione. Chimicamente è un derivato chinazolinico 1- 4-amino-6,7-dimetossichinazolinil [ tetraidrofuranil carbonil]-pip erazina, HCl, diidrato. Uso nell' iperplasia prostatica benigna IPB.

Alcuni studi indicano che l' antagonismo dei recettori alfa1-adrenergici è utile ai fini del miglioramento dell'urodinamica in pazienti affetti da ostruzione vescicale cronica, come da iperplasia prostatica benigna. I sintomi dell'iperplasia prostatica benigna IPB sono principalmente causati dalla presenza di una prostata ingrandita e dall'incremento del tono della muscolatura liscia dell'apertura di uscita della vescica urinaria e della prostata, che è regolato dai recettori alfa1-adrenergici.

Nel corso di esperimenti in vitro è stato mostrato che la terazosina antagonizza le contrazioni del tessuto prostatico umano indotte da fenilefrina. In studi clinici è stato mostrato che terazosina è in grado di migliorare l'urodinamica e la sintomatologia in pazienti affetti da iperplasia prostatica benigna IPB. La somministrazione di UNOPROST per trattamento unoprost di prostatite superiori a 6 mesi non ha prodotto variazioni clinicamente significative attribuibili al farmaco nei seguenti parametri di laboratorio: glucosio, acido uricocreatininaBUN, funzionalità epatica, elettroliti.

La terazosina ha un minimo effetto di " primo passaggio " e la dose quasi completa di terazosina trattamento unoprost di prostatite disponibile a livello sistemico. I picchi di concentrazione plasmatica vengono raggiunti approssimativamente ore dopo somministrazione orale a digiuno.

La biodisponibilità non è influenzata significativamente dall' assunzione di cibo. Il legame proteico è indipendente dalle concentrazioni totali del principio attivo. I principali metaboliti della terazosina vengono originati attraverso demetilazione e coniugazione. L' emivita totale di eliminazione è approssimativamente di trattamento unoprost di prostatite.